Lingua:     PORTUGUÊS    •    ITALIANO
Pagina Iniziale
1) Democrazia
2) Repubblica presidenziale
3) Assemblea legislativa
4) Potere giudiziario
5) Federalismo
6) Sistema economico
7) Tasse
8) Tutela ecologica
9) Educazione civica
10) Anti-razzismo
11) Lavoro
12) Moneta mondiale
13) 35 ore
14) Lingua unica mondiale
15) Televisione
16) Casa
17) Droghe
18) Immigrazione
19) Fitness e sport
20) Tutela animali
21) Anti-aborto
2) REPUBBLICA PRESIDENZIALE

Ogni popolo è libero di scegliere la propria forma di governo.
La migliore forma di governo è una repubblica presidenziale democratica con il presidente e il vice-presidente eletti direttamente dal popolo: in questo sistema il presidente è capo di Stato e capo di governo e può essere qualsiasi cittadino; il mandato dura 4 anni, con la possibilità di rimuovere il presidente in caso di comportamenti illegali. Nessuno può avere più di 2 mandati. Nella democrazia presidenziale il potere esecutivo e il potere legislativo sono entrambi forti.
Nel sistema parlamentare il capo di Stato è scelto da un piccolo gruppo di persone: la famiglia reale, nelle monarchie; i parlamentari, nelle repubbliche parlamentari. Un capo di Stato scelto dalla famiglia reale o dai parlamentari non ha l'autorevolezza per rappresentare l'intero popolo, perché non è eletto direttamente dal popolo.
Ci sono anche sistemi presidenziali dove il presidente è eletto in modo indiretto, come negli USA: in questo caso il presidente è eletto da alcune migliaia di elettori scelti dal popolo ma rimane sempre un gruppo di persone molto piccolo rispetto all'intero popolo.
Se il capo di Stato ha solo un ruolo cerimoniale, di rappresentanza dello Stato, allora è inutile e uno spreco avere una persona pagata solo per questo, tale funzione può essere svolta dal capo di governo; se il capo di Stato ha ruoli politici allora è giusto che sia eletto dal popolo.
La repubblica semipresidenziale ha il seguente problema: quando capo di Stato e capo di governo hanno le stesse idee politiche allora il capo di governo è solamente un duplicato inutile del capo di Stato, il quale è più forte perché eletto direttamente dal popolo; quando capo di Stato e capo di governo hanno idee politiche diverse allora sono due figure in conflitto e questo è un problema per l'esercizio del potere esecutivo.
Come esempio di repubblica presidenziale democratica possiamo ispirarci agli USA ma una delle differenze è che il presidente e il vice-presidente devono essere eletti direttamente dai cittadini: se il ticket presidenziale vincente ha almeno il 50%+1 dei voti allora ottiene le cariche altrimenti avremo un secondo turno con i due primi ticket più votati.
Anche gli enti locali devono avere il sistema presidenziale democratico con elezione diretta dal popolo.


ALCUNI RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

  1. Augusto Barbera, Carlo Fusaro, Il governo delle democrazie - Quali sono e come funzionano le forme di governo, anno 2009

  2. Giuseppe Mazzini, Doveri dell'uomo, anno 1860, capitolo 8 “Libertà”